manubibi
12 March 2017 @ 09:26 pm
Titolo: it all ends today
Fandom: Marvel Movieverse » Logan
Personaggi: James "Logan" Howlett
Genere: triste
Avvertimenti: spoiler grosso come una casa, gen
Parole: 563
Note: Sì, potrebbe essere migliore. Sì, ero poco ispirata. No, non potevo aspettare di essere più ispirata perché sta settimana voglio che i TSH facciano il culo a tutti e col mio poco piccionare voglio fare qualcosa >_> quindi ecco, lasciatemi riversare feels sul pg di Wolverine (aka il mio fave fra tutti i pg Marvel che conosco) anche se non sono feels espressi a dovere ;_; comunque sto film è tanta roba, li perdono per il film quello girato in Giappone che era di una bruttezza inenarrabile.
cmq. COW-T, ultima settimana, M7, "immortalità".

Read more... )
 
 
manubibi
Titolo: Until something better comes along
Fandom: Free!
Personaggi: Nagisa
Genere: introspettivo, malinconico
Avvertimenti: AU, gen, in inglese
Parole: 300
Note: M3
Read more... )



Titolo: Hurt/Comfort
Fandom: Free!
Personaggi: Sousuke/Nagisa
Genere: malinconico
Avvertimenti: AU, spin-off, implied major character death, deathfic, what if?, in inglese, hurt/comfort, lime
Parole: 300
Note: questa è una robina che accenno perché è da tipo un anno che volevo scrivere una what if? di Blue Lotus, White Lotus, dove però nel momento in cui Nagisa propone a Sousuke di "consolarsi" a vicenda col sesso, invece di respingerlo Sousuke accetta. Volevo scrivere robe più lunghe, ma vbb, alla fine quello che mi interessava era scrivere una scena simile, quindi amen. Pro COW-T. XD
M3, "tema libero", come al solito.
Read more... )

Titolo: Another brick in the wall
Fandom: Libri » The Alpha And His Ace
Personaggi: Aidan, uno dei coglioni che l'ha scopato prima che incontrasse Brandon
Genere: triste
Avvertimenti: prequel, in inglese, canon-compliant (Aidan è ace)
Parole: 300
Note: M3. Also, oggi ho letto il sequel di sto libro e blblblblbblblblbl <3 e quindi niente, mi è venuta voglia di parlare degli incontri dei quali Aidan parla alla fine del sequel. Ha una backstory un po' triste. Per scriverla bene avrei dovuto avere un wordcount massimo più alto, ma vbb, amen.

Read more... )

Titolo: touched for the very first time
Fandom: Free!
Personaggi: Sousuke/Nagisa
Genere: erotico
Avvertimenti: pwp, future fic, in inglese
Parole: 300
Note: m3 e daje.

Read more... )


Titolo: like a fire she's ready to burn
Fandom: Marvel Movieverse » Logan
Personaggi: Laura
Genere: introspettivo
Avvertimenti: spoilers, sequel, in inglese
Parole: 200
Note: M3, tema libero.

Read more... )
 
 
manubibi
25 September 2010 @ 11:49 pm
Titolo: You've Got To Hide Your Love Away
Pairing: RDJude
Genere: Triste, malinconico
Note: Sì, le riprese stanno ricominciando ed è arrivato il momento di scrivere di nuovo sul dietro le quinte del film :) l'ispirazione viene tutta da una canzone dei Beatles (ovviamente).

here I stand hand in hand, turn my face to the wall... )
 
 
Current Mood: creative
Current Location: The London In My Dreams.
 
 
manubibi
29 July 2010 @ 03:23 pm
 

Titolo: Morphine
Personaggi: Robert/Jude
Genere: Triste, drammatico, Introspettivo, angst
Note:
tutto ciò è nato da un post su Facebook fra Jude e Robert (cioè, io e Vane LOL), perché anche questa cosa inaspettatamente si è rivelata ottima per l'ispirazione. E comunque tutta la nostra storyline è su questo standard. DEPRIMENTE xDDD So che oggi ho già postato una fic su Holmes, però avevo troppa voglia di postare anche questa XD dato che alla socia è piaciuta molto, ho pensato che qualcun altro volesse deprimersi con noi! L'ho concepita mentre ero via, quindi mentre ruolavo cercando disperatamente un Internet Point XD POI mi è venuta in mente questa canzone, e l'ho ascoltata per quasi tutto il tempo prima di tornare a casa...ecco, me la ricordo da quand'ero piccola, e inserire una canzone di P!nk in una mia fic è una strana operazione psicologica di scavo XD Comunque sì, spero vi sia piaciuta. =)



angst for everybody here! )

 

 
 
Current Location: FUCKYEAHHOME.
Current Mood: contemplative
Current Music: Pink - Just Like A Pill | Powered by Last.fm
 
 
manubibi
05 April 2010 @ 07:47 pm
Love  
Titolo: Love
Personaggi: Robert, Susan, Indio
Genere: Triste, Introspettivo, Fluff
Note: Boh, a sto punto spiegatemelo voi perché faccio ste cose. Boh, davvero. Il titolo mi è sembrato il più appropriato. Mmmmmh, boh, qualcuno mi dica che sì, fa schifo, così torno alle mie p0rn che forse faccio meglio .-.


Father&son )
 
 
Current Music: Steve Jablonsky - My Name Is Lincoln | Powered by Last.fm
Current Location: The London In My Dreams.
Current Mood: bored
 
 
manubibi
18 March 2010 @ 10:53 pm
Titolo: Help Me I Am In Hell
Fandom: Fanfic su attori, film: Air America
(Crack) Pairing: Mel Gibson/Robert Downey Jr.
Genere: Erotico, Angst, Triste, Introspettivo
Rating: NC-17
Avvertimenti: Lemon, Linguaggio
Riassunto: 1990. Set di Air America, ultimo giorno di riprese. Robert riceve una visita (s)piacevole da parte di Mel.
Note: Ecco fin dove può arrivare l'immaginazione perversa di una slasher. Che trova coppie assurde in film senza la minima traccia di slash. Lo so, faccio praticamente pena, chiedo venia. A mia moglie è piaciuta, quindi la pubblico sperando che qualcun altro la legga xD Titolo preso da un pezzo strumentale dei Nine Inch Nails (doveva essere Closer ma ho già due fic ispirate a quella canzone, è troppo monotono...anche se in effetti all'interno della fic c'è una citazione da Closer, ma shhhhhh XDDD). Spero che piaccia a qualcuno, senza subire denunce, dato che sono effettivamente perseguibile .-.



crackship? we haz it! )
 
 
Current Location: home again!!! \O/
Current Mood: bouncy
Current Music: Nine Inch Nails - Closer | Powered by Last.fm
 
 
manubibi
04 February 2010 @ 11:39 pm
Titolo: And My Eyes Don't Recognize You No More *postata - a pezzi - su [livejournal.com profile] sh09ita*
Genere: Triste, Erotico
Fandom: Sherlock Holmes, Fanfic su Attori
Pairing: RDJudesie <3
Autrici: Ebbene si, di nuovo la sottoscritta e la mia adoratissima mogliettina Nadia ovvero [livejournal.com profile] exo_politic , fra l'altro abbiamo intenzione di scrivere ancora molto altro insieme =)
Note: [Making of! Perché il making of è il bene! *o*] Allora, questa probabilmente sembrerà un pò confusa, ma l'idea ci è venuta un pò così, e penso che la fic sia venuta esattamente come volevamo dall'idea originaria xD Nella prima parte siamo al presente, alle prime settimane di Sherlock Holmes (e per andare OT: su YouTube c'è un fiorire semplicemente sgiuggiolevole di fanvid *______*), nella seconda essendo un flashback siamo nel 1996-'97, più che altro perché penso che Jude in quel periodo fosse veramente meraviglioso, bellissimo e divino *///////* quindi diciamo che abbiamo forzato un pò le cose per farli incontrare in quel preciso periodo XDD La prima citazione sarebbe dovuta essere un paragrafo per spiegare il comportamento di Jude nella prima parte, con un ulteriore flashback ma temevo che la cosa sarebbe stata troppo incasinata XDD Ovviamente ringrazio la mia donna d'oro per avermi dato una mano (tutte le cose migliori sono sue, le descrizioni da cardiopalma di Rob e Jude comprese *çççç*).
Comunque speriamo vi piaccia^^



For reasons unknown. )
 
 
Current Mood: amused
 
 
manubibi
28 January 2010 @ 11:55 pm
Titolo: Caught In a B-Romance
Genere: Erotico, Triste
Fandom: Attori
Pairing: Robert Downey Jr/Jude Law
Rating: NC-17
Note: No, ecco, ho sentito il bisogno di scriverci su. Una minchiata, ma comunque qualcosa! Perché erano troppo, TROPPO amore *______________* E ho messo una citazione di una nota commedia romantica, chi la trova vince un lecca-lecca alla ganja (perché esistono XD). Poi, per il titolo ho collegato il neologismo "bromance" ("A bromance or man-crush is a close but "non-sexual" relationship between two (or more) men, a form of homosocial intimacy"...in pratica è PERFETTO *________*) con Bad Romance di Lady Gaga...ora, io la adoro, e ho trovato il verso abbastanza azzeccato per il finale xD



 
rdjude angst/erotica )
 
 
manubibi
05 January 2010 @ 06:28 pm

Titolo: Here Today

Personaggi: Beatles

Pairing: John/Paul

Genere: triste, introspettivo

Note: l'avevo iniziata tempo fa su un quaderno, ma poi l'avevo accantonata...comunque, questa canzone si slasha da sola. Giuro che non ho inventato niente, il testo è quello! Ovvio che per "I love you" intendeva "ti voglio bene", ma è troppo bello darci l'ALTRO significato *_________* è stata scritta nell'82, cioè due anni dopo la morte di John, e si trova nell'album Tug Of War (che dovrò scaricare ascoltare il prima possibile...)

 

 

I love you... )

 
 
manubibi
26 December 2009 @ 12:05 am
Titolo: All Things Must Pass
Fandom: Beatles
Pairing: George/Paul
Genere: Triste, Introspettivo
Note: fa schifo. non ho niente di nuovo e tiro fuori il vecchiume, come al solito...-.-


paul/george OTP \o/ )
 
 
Current Mood: apathetic
 
 
manubibi
12 December 2009 @ 08:41 pm
Titolo: You Were My Guiding Light.
Genere: Triste, Romantico, Introspettivo
Fandom: Muse
Pairing: Matt/Dom
Note: Questa non l'avrei dovuta scrivere, perché ha portato sfiga. L'ho cominciata stamattina (dopo una simulazione di terza ora, non so se rendo), e ancora non lo sapevo. Cosa? Che Matt si è messo come single su MySpace, ancora niente di ufficiale ma la cosa per me lo è. Se arrivi a metterti su single (specialmente se sei Matt) è molto probabile che sia finita davvero. E poi torno a casa e mi trovo sta notizia...per me è il crollo di una certezza. Ah, non avevo intenzione di trasformarla in BellDom, all'inizio (per una volta che non li slashavo >.<), ma facendo ipotesi su chi lo consolerà...beh, la migliore era Dom (perché se Matt osa mettersi con una francese perde tutta la mia stima, sul serio).



belldom ~ )
 
 
Current Music: Muse - Guiding Light
Current Mood: OMG
Current Location: casa
 
 
manubibi
10 December 2009 @ 08:29 pm
Titolo: Hyper Chondriac Music
Fandom: Muse
Pairing: Chris/Dom
Genere: Erotico, Triste
Contestualizzazione: Periodo Origin Of Symmetry/Hullabaloo (2002-2003)
Note: Come ho fatto a non farne mai una sulla scena della doccia di Hullabaloo??? COMEEEEEE?!?!? O___O flagellatemi, vi prego...cioè, sono imperdonabile! Ma per fortuna me ne sono ricordata (meglio tardi che mai), peccato che me ne sia uscita una stronzata superficiale e orrenda fin troppo simile nella struttura a And Pushing Us Into Self-Destruction ç___ç non so perché manchi l'introspezione (dato che in quasi tutte le fic ne facci un sacco), forse sono influenzata temporaneamente dagli scrittori realisti che stiamo studiando a scuola...boooh! Comunque non mi piace, preferisco Helsinki Jamming, fra l'0altro non riesco a credere di aver scritto una brutta copia sul foglio così orrenda dal punto di vista formale e sintattico ò.ò ma la pubblico lo stesso sotto incoraggiamento della Babi (GRAZIE PER IL SUGGERIMENTO DI BROKEBACK MOUNTAIN! ADESSO VOGLIO GUARDARLO!!! *çççç*). Ah, il titolo era Closer preso dalla canzone omonima dei NIN, ma l'ho cambiato ed ecco quello del documentario di Hullabaloo durante il quale c'era questa scena. Comunque buona lettura/mi spiace per la nausea.

*******
********************
 
la follia del wolldom /o\ )
 
 
Current Music: Closer - Nine Inch Nails
Current Mood: amused
 
 
manubibi
08 December 2009 @ 02:02 pm
Titolo: She's Like Heroin (come sempre accetto migliori suggerimenti^^)
Fandom: Twilight Saga
Contestualizzazione: Non lo so bene nemmeno io XD però è dopo l'ultimo capitolo di Eclipse...
Genere: Triste, Introspettivo, quasi erotico XD
Personaggi: Jacob Black, Nuovo Personaggio (Babi xD)
Note: Il titolo l'ho preso dai System Of A Down ^^ Questa la dedico alla Babi, dato che per qualche motivo sinceramente a me oscuro ci teneva ad essere in una di queste schifezze. Spero ti piaccia, anche se so che è troppo corta, troppo vaga, mancano troppi dettagli xD ma ti ho spiegato che questa cosa mi mette a disagio, quindi è tutto quello che sono riuscita a fare, mi spiace =(
Per le altre: ho in mente un'altra wolldom (doccia+Hullabaloo dice niente? XD), la Liam/Dhani <3, la Dom/Stef e una Tré/Billie che avevo promesso alla Babi u.u vedrò di fare tutto entro il 2012, sono una donna impegnata (si, a non fare un cazzo u.u)...


 

FIC SOTTO COMMISSIONE, NON E' COLPA MIA E_E )

 
 
manubibi
04 December 2009 @ 04:53 pm
Titolo: Dirty Tricks And Twisted Game (se avete un titolo migliore suggeritemelo pure che lo cambio O.o)
Genere: Erotico, Introspettivo, Triste
Pairing: Billie Joe (Green Day)/Matthew Bellamy (Muse); menzione di Mollamy
Note: Si, un'altra volta uso il contesto degli EMAs di quest'anno xD e questa coppia ovviamente è ASSURDA, ma ce l'avevo in testa da un bel pezzo anche se mi mancava una fottuta trama ò.ò però vabbè, li ho pucciati e ora è troppo tardi <3 Comunque sì, ha dei punti in comune con Helsinki Jamming & Breakfast, ma su altri è quasi diametralmente opposta. Diciamo che sono sorelle xD



la bruttura del Billamy /o\ )
La sua voce di frustrazione sessuale, calda...in qualche modo stimola uno strano desiderio nella mente di Matt. Qualcosa di sbagliato ma che per questo gli fa venire voglia di soddisfarlo, perché nessuno può imporgli dei limiti, nemmeno sé stesso.
-E cos'è che ti ecciterebbe, invece?-, sente chiedere dalla propria voce senza prevederlo, e dall'altra parte c'è un breve silenzio sorpreso.
-Ho sempre avuto la curiosità di conoscerti. Quello sarebbe eccitante-, risponde gorgogliante la voce satura di Billie Joe.
-Sei gay?-, chiede istintivamente l'inglese, ghiacciandosi e maledicendosi subito dopo. E' sempre stato un suo difetto, non controllarsi quando dice le cose senza pensare. Ma Billie non si offende, e non ci fa caso.
-Sono bisex. E mi fanno eccitare i finti ritrosi come te-, replica toccandosi, e perdendo gradualmente l'inibizione a favore dell'eccitazione che cresce e preme per sfogarsi. -Scommetto che se ti ecciti anche tu, diventi un animale-, aggiunge maliziosamente immaginando subito dopo, ed abbassando la voce fino a sussurrare nella cornetta.
Sono gli istinti di Matthew a rispondere, mentre anche lui, con le mani lunghe. sottili, originalmente aggraziate, si toglie lentamente i pantaloni a sua volta.
-Perché, pensi che ci riusciresti, a farmi eccitare, Billie?-, lo stuzzica chiudendo gli occhi e vedendo subito l'americano mettersi a cavalcioni sulle sue gambe rispondendogli.
-Oh, beh, potrei provarci. Dove sei?
Matthew pondera la situazione.
-Sono sdraiato sul letto e...mi sto toccando-, aggiunge sottovoce, sentendo una punta di imbarazzo.
-Oh, anch'io-, risponde il più grande, mentre la temperatura si alza e il respiro accelera lievemente, e poi si accarezza ancora.
Matt si morde il labbro inferiore, e con la mano libera dal cellulare scende lungo il proprio corpo, torturando da solo i punti di sé che sa che provocano piacere. Ma la mano non è più sua, è quella di Billie, che lo tocca sull'inguine e poi prende l'erezione dura, calda e trepida dell'altro, e la massaggia lentamente.
Billie, invece, ha appena cominciato ad occhi chiusi a penetrarlo violentemente nella propria, di mano.
Ed entrambi, collegati solo dal suono dei loro gemiti e singhiozzi di goduria, si muovono sui propri letti scaldati dal sesso a distanza. Sentono la fatica delle braccia, ma le mani non appartengono più a loro, si scambiano, è come se fossero nella stessa stanza.
Entrambi sentono l'eccitazione gonfiarsi ancora, sempre di più, sempre più velocemente, e la coscienza dileguarsi sotto le spinte dell'istinto alimentato dalle loro stesse voci, con un desiderio amplificato dalla lontananza.
L'orgasmo esplode nella mano di Billie e scivola fra le gambe di Matthew, ed entrambi continuano a gemere e a godere del poco che resta, finché non si rilassano e torna un silenzio gravido di imbarazzo.
-Ci sei?-, chiede Billie ansimando e toccandosi istintivamente, pur non traendo più quel piacere che era dato dalla tensione.
-Sì-, risponde Matt, flebilmente.
Billie non capisce perché non sia ancora soddisfatto. E' stata una cosa perversa e tremendamente piacevole, ma...non è stato un godimento completo. E poi capisce perché.
-Adie...-, sussurra, sgomento dal senso di colpa e da una nostalgia improvvisi.
-Cosa?
Riattacca. Guarda il soffitto, e il primo fluido corporeo da uomo esce dai suoi occhi, una lacrima verde.
 
 
Current Music: la tv xD
Current Location: casa
 
 
manubibi
23 November 2009 @ 09:57 am
Titolo: Self-Rape
Genere: Triste, Introspettivo
Fandom: Muse
Pairing: Matthew/Dominic
Note: Sclero post-concerto e auto-regalo di compleanno (tanti auguri a meeee...come sono patetica xD). Mi spiace, come al solito mi vengono ste idee assurde -.- quindi l'ho fatto! come sempre non ha nessun fondamento (ma il giorno in cui Dom farà outing avremo le prove!!) Mi sono solo inventata che Matt ha fatto quella cosa iper-orgasmica solo per Dom. Ma Matt, come sappiamo, è solo un idiota, non l'ha fatto per altro che per mettersi in mostra. Dom come sempre è lo sfigato che gli muore dietro senza possibilità di essere ricambiato, e subisce tutte le angherie fisiche ed emotive del Bells. E voi subite le mie, mi spiace.



un p d'angst che- )
 
 
Current Mood: amused
 
 
manubibi
06 November 2009 @ 04:13 pm

Titolo: Father
Fandom; Muse
Personaggi: Matthew, Dominic, Christopher, Tom
Genere: Triste, introspettivo, drammatico
Note: Beh, stamattina a fisica non avevo un cazzo da fare xD e poi avevo detto che l'avrei scritta e l'ho fatto u.u tuttavia non ho esperienze dirette per argomenti così delicati, quindi ho dovuto immaginare come ci si senta, e se la fic risulta superficiale in questo senso mi spiace ç_ç


sad, angst D: )
 
 
manubibi
03 November 2009 @ 03:14 pm
Titolo: Come L'Acqua Per Il Cioccolato.
Fandom : Muse
Pairing: Matt/Dom
Genere: Introspettivo, triste
Note: questa mi è venuta in mente dopo aver visto un film spagnolo o messicano o argentino O.o si chiama Como Agua Para El Chocolate, la tematica è più o meno la stessa, con le ovvie differenze...spero piaccia =)



belldom fluff-angst  )
 
 
Current Music: Papa-Paparazzi xD
Current Location: il nulla eterno O.O u.u
Current Mood: artistic
 
 
manubibi
26 September 2009 @ 04:41 pm
Titolo: Collateral Damage - Betrayal
Personaggi: Muse
Genere: Triste
Nota: Siccome non sapevo che idee ripigliare per scrivere ho deciso di buttare giù questa xD allora, non so esattamente quand'è successo, ma immagino fosse in un periodo-Como...comunque è stato uno shock per tutti ç_ç

E' abituata a starsene sola davanti alla tv quando è impegnato. Ha fatto il callo al senso di vuoto, ai pensieri poco lucidi, all'ansia. Anche se è a casa di Gaia, dopotutto, al sicuro e con i suoi migliori amici.
Ma stasera il groppo allo stomaco stringe forte, ha paura. Non di qualche pericolo, ma di qualcosa di indefinito che crede abbia a che fare con Dom.
Lui torna tardi, incredibilmente tardi. Sono le tre, e per qualche motivo non può credere che fino a quell'ora abbiano solo scritto e provato.

-Ciao, Jess-, dice con aria stanca stropicciandosi gli occhi. Poco dopo arrivano anche Christopher e Matthew che prendono direttamente la via della camera da letto, troppo stanchi anche per salutare. O forse perché non vogliono farlo, ma probabilmente è solo una sua impressione.
Coglie uno sguardo strano da parte di Matt, ma poi si concentra sul suo ragazzo e per un attimo si fa prendere dal solito sentimento di tenerezza che prova quando lo vede così stanco.
-Ciao, amore-, risponde alzandosi e circondandogli il collo con le braccia.
Lo guarda negli occhi, c'è qualcosa di strano.
Di sbagliato, ecco.
Come una paura, qualcosa di simile...senso di colpa? Perché?
Improvvisamente torna quella sensazione di angoscia. Lo abbraccia, perché ha bisogno di questo. Di sentirsi al sicuro.
Tuttavia non ha bisogno di sentire profumo di fragola. Non è forte, è solo qualche nota, ma le basta sapere che non è il suo.
-Che profumo è?-, chiede in tono finto ingenuo.
-Quale profumo?
-Sai di fragola-, replica lei velenosa.
-Oh. Non so...
E' a disagio.

Smascherato. Ecco che profumo è. E' odore di tradimento.
-O meglio, di chi è questo profumo?-, si corregge staccandosi da lui.
-Che cosa?!
E' allarmato. Si è sentito scoperto.
-Dom, con chi cazzo hai scopato?!?-, urla lei, cominciando ad arrossire subito per la rabbia.
-Che...cosa??-, ripete lui, indietreggiando.
-Tu ti sei scopato qualche fan puttana! Lo so!
Dom deglutisce. Cazzo, lo sapeva, lo sapeva!!
-Aspetta, amore...
-Non chiamarmi amore, pezzo di merda!!!
Piange. Le sue paure sono diventate realtà: mentre lo aspettava senza alcuna compagnia tranne quella del cane, lui se la spassava con qualche sgualdrina probabilmente ubriaca appena appena maggiorenne.
Non pensava potesse fare così male...
Dom si siede sul divano coprendosi il viso, poi si rialza.
-Ascolta...
-No! Non provarci nemmeno a giustificarti, non voglio sentire nessuna delle tue squallide scuse, Dom!
Silenzio, e la scena è in stallo. La rabbia cresce, ma non trova sfogo. E poi si sblocca.
Si avventa su di lui e gli stampa uno schiaffo sulla guancia. Ma brucia ancora, e allora gliene molla un altro, e lui non reagisce.
Se li merita, lo sa anche lui. Gliene darebbe tanti da sfondargli la faccia, lo picchierebbe a sangue...eppure non ci riesce.
Questo fa ancora più male, perché non riesce a pensare di ferirlo quanto lui ha fatto con lei, o almeno in modo approssimativo.
-Jessica...
Un altro schiaffo. E poi lo spinge, e lui cade a terra.
-E' finita, stronzo.
Rimane a fissarlo per qualche secondo. Eppure sembra che non soffra davvero, sembra solo umiliato. Mai quanto lei, comunque.
-Che cosa...- comincia la voce di Matt.
-E voi glielo avete lasciato fare! Perché lo sapevate!-, urla contro lui e Chris.
-Ascolta, Jessica, noi non lo sapevamo, l'abbiamo saputo dopo, quando...insomma, quando li abbiamo trovati-, spiega Chris, con un'aria sofferente. Si immedesima, sa che se tradisse Kelly perderebbe l'amore e il matrimonio, e forse anche i figli. In poche parole, tutto. Jessica lo capisce, e gli crede. Se gliel'avesse detto Matt sarebbe stata un'altra cosa, immagina che sarebbe disposto a tutto pur di coprire Dom.
-Allora, ne è valsa la pena?-, chiede con aria sarcastica a Dom, che si rialza senza guardare nessuno di loro.
Silenzio.
-Rispondimi-, intima lei a denti stretti, avvicinandosi minacciosamente.
-...No.
-Bene, mi fa piacere. Senti, Dom, vaffanculo-, conclude girandosi e andando a radunare le sue cose.
Vorrebbero dirgli quant'è stato bastardo, ma in realtà Matt e Chris non trovano le parole. Hanno solo sguardi di rimprovero.
Eppure è e rimane il loro migliore amico, e decidono di non infierire. Dopotutto Jessica sa fare le cose da sola.
-Vado a letto-, dice Chris, e Matt annuisce raggiungendo Gaia che ha fissato la scena dalle scale, sconvolta.
Lui rimane solo, in piedi in mezzo alla stanza.

 
 
Current Music: Mika - Lover Boy | Powered by Last.fm
 
 
manubibi
24 July 2009 @ 09:11 pm
Titolo: Something
Personaggi: Beatles
Genere: Introspettivo, malinconico
Disclaimer: niente di mio, non mi paga nessuno ò.ò comunque Pattie è una gran donna *_____*
 

George era distrutto. Gli sembrava ieri quando l'aveva vista sul set di A Hard Day's Night, bellissima e intrigante, e gli aveva fatto sudare sette camicie per uscire con lei. Lei continuava a scappare e lui la cercava, caparbio e testardo. Dopotutto lui si era quasi distrutto le dita per imparare a suonare la chitarra. E ad un ragazzo così bello e insistente non poteva che cedere, alla fine. Il matrimonio era stato un pò assurdo, con John e Ringo in vacanza altrove per distrarre i giornalisti. E non avrebbe mai potuto dimenticare il viaggio di nozze e la prima notte con lei.

-Quindi è tutto qui?-, chiese George con lo sguardo scuro e freddo.
-Sì, direi che è tutto-, rispose la moglie chiudendo a fatica la valigia nera e trascinandola fuori dalla stanza senza degnarlo di un altro sguardo.


Dieci anni dopo era tutto finito.
L'LSD l'aveva spaventata.
E George voleva dei figli, ma non erano mai riusciti ad averne.
E non era stato esattamente quello che si considera un "marito fedele"...ma la voleva ancora, non poteva rinunciare.
-Pattie.
La donna si voltò e lo vide avvicinarsi e toglierle di mano la valigia.
-Non te ne andare.
Lei ghignò sarcastica, fulminandolo all'istante.
-E perché? Così puoi farti anche Linda e Yoko mentre io mi prendo cura di te?
-Non è successo niente con Maureen, lo vuoi capire?
-Può darsi. E con tutte le altre?-, rilanciò lei riprendendosi la valigia. -Adesso voglio vivere, George-, aggiunse, sentendosi improvvisamente libera.
-No, ascolta-, riprese George prendendole il polso. -Ti prego, resta. Non...non ti tradirò più, non ti darò più motivo di odiarmi.
All'improvviso si sentì davvero disperato, pronto a tutto. Non c'era niente di giusto in tutto questo. Non doveva andare così. Perché?
Se fosse stata una soluzione si sarebbe anche inginocchiato. L'amava troppo, troppo per lasciarla andare così.
Pattie sospirò, pensando che se l'avesse davvero ferito l'avrebbe lasciata andare.
-Non ti odio, George. Ma non ti amo più, io amo Eric.
Per George fu la peggior pugnalata al proprio orgoglio di tutta una vita.
Tentò tante volte di riaverla, fu ancora caparbio, testardo, insistente. Questa volta non servì, e qualche anno dopo capì che lei aveva avuto ragione.
Pattie aveva sempre ragione.

-Papà-, lo chiama Dhani dal fondo del corridoio. George alza lo sguardo, emergendo dai pensieri come dalla nebbia.
-Che c'è?-, chiede mettendo a fuoco la figurina del figlio.
-Mi insegni?-, dice il bimbo trascinandosi dietro la vecchia Gretsch che è più grande di lui.
George scoppia a ridere di cuore, correndo dal bambino e prendendo la chitarra.
-Certo, ma ce ne vuole una piccola per te.
-Non importa, io guardo...tu suona-, risponde Dhani con un piccolo sorriso. E' da tanto che non vede il papà suonare.
George vorrebbe non avere in mente quella canzone, ma gli ronza in testa come un mantra.
Appena accenna alle prime note non prova sensazioni di tristezza o depressione, solo una sottile nostalgia ma soprattutto tenerezza, e comincia a canticchiare.

Something in the way she moves...

 
 
Current Music: la sigla di Paperissima ò.ò
 
 
manubibi
14 July 2009 @ 05:54 pm
Titolo: Goodnight, Travel Well
Personaggi: The Killers
Pairing: Brandon/Dave
Genere: Triste
Disclaimer: Beh...la canzone è stata scritta davvero per la mamma di Dave, e PRIMA che Brandon sapesse del cancro della sua, quindi temporalmente è inesatta...
Per il resto, LORO non mi appartengono come nessun altro degli scimmioni su cui scrivo, ma se potessi avere Brandon...*censura*

-Mi dispiace, Brand-, mormorò Dave abbracciandolo. -So troppo bene come ti senti.
Ronnie e Mark fissarono il loro frontman, consapevoli della loro impotenza. Non potevano capirlo quanto Dave, non se la sentivano di parlare o di dargli consigli.
Brandon non aveva mai pianto davanti a loro. Ed ora singhiozzava isterico sul petto di Dave, che lo stringeva protettivo.
-Maledizione-, imprecò asciugandosi gli occhi.
-Brands, mi dispiace tantissimo-, mormorò Mark a disagio.
-E' assurdo-, aggiunse Ronnie.
-Grazie-, disse Brandon cupamente, consapevole che i suoi compagni volevano essere gentili, ma tutto il loro dispiacere non avrebbe guarito il cancro appena diagnosticato di sua madre.
-Ascolta, Brandon, c'è solo una cosa che puoi fare: passare più tempo che puoi con lei, starle accanto, non permettere che rimanga sola. E' tutto quello che puoi fare-, disse Dave fissandolo negli occhi, vedendoci tutto il dolore e lo smarrimento che aveva provato a suo tempo, poco tempo prima. "E aspetta quando se ne sarà andata", pensò.
-Va bene. Finiamo il tour e andiamo a casa-, rispose il cantante cercando un contegno.
-Vuoi cantare...in queste condizioni?-, chiese il batterista.
-E' il mio lavoro, E mi piace farlo-, rispose Brandon. -Almeno per quell'ora e mezza posso concentrarmi solo sulla musica.
-D'accordo-, annuirono gli altri tre.
-Vuoi rimanere da solo?-, chiese Mark dopo qualche secondo di silenzio.
-Vorrei stare qui con Dave-, replicò Brandon ignorando l'occhiata indagatoria del chitarrista.
Il bassista e il batterista se ne andarono, lasciando soli Brandon e Dave.
-Che hai in mente?-, chiese quest'ultimo.
-Voglio parlare di questa...cosa. Solo tu mi puoi capire.
Facile da capire, era distrutto. Dave lo fece sedere sul divano e si accomodò sul bracciolo, circondandogli le spalle con un braccio e passandogli le dita fra i capelli.
-Sarà dura-, disse.
-Lo so. Per questo ho bisogno di te-, ribatté Brandon alzando lo sguardo su di lui, supplichevole.
Dave comprese subito.
-Oh. No. Brandon, non voglio fare lo stronzo o l'indelicato, ma lo sai che non può funzionare. Ci abbiamo già provato e ne siamo usciti malissimo, credo che te ne ricordi-, si affrettò a rispondere, in ansia. Non voleva ferirlo, ma non poteva nemmeno acconsentire.
Brandon tacque e infine annuì.
-Hai ragione. Non risolvo il problema con le distrazioni.
Rimasero in silenzio mentre Dave si lambiccava sul fatto che per Brandon lui sarebbe stata una distrazione. Che aveva bisogno di una relazione per non pensare alle cose tristi, e pensò che era umano.
Dopo qualche minuto Brandon si alzò e prese la penna in mano.
-Scrivo una canzone-, borbottò.
Dave non aveva niente in contrario, scrivere era un modo per esorcizzare il dolore.
Ci mise dei giorni, e alla fine fece leggere il testo ai compagni di band, dopo molte esitazioni.



The unknown distance to the great beyond
Stares back at my grieving frame
To cast my shadow by the holy sun
My spirit moans with a sacred pain
And it's quiet now
The universe is standing still

There's nothing I can say
There's nothing we can do now
There's nothing I can say
There's nothing we can do now

And all that stands between the souls release ?
This temporary flesh and bone
We know that it's over now
I feel my faded mind begin to roam

Every time you fall
And every time you try
Every foolish dream
And every compromise
Every word you spoke
And everything you said
Everything you left me, rambles in my head

There's nothing I can say
There's nothing I can do now
There's nothing I can say
There's nothing I can do now

Up above the world so high

And everything you loved
And every time you try
Everybody's watching
Everybody cry

Stay, don't leave me
The stars can't for your sign
Don't signal now

And there's nothing I can say
There's nothing I can do now
There's nothing I can say
There's nothing we can do now

Goodnight, travel well
Goodnight, travel well

And there's nothing I can say
There's nothing I can do now

Dave lo lesse e fissò Brandon, a disagio davanti a lui. E poi lo abbracciò, commosso.
-E' splendida, Brandy. Il titolo?
Brandon ci pensò su e chiese consiglio alle sue labbra, chiudendo gli occhi.
-Goodnight, Travel Well-, mormorò.
Dave era ammutolito. Per il titolo e per il bacio.
-Va bene-, fu tutto quello che riuscì a dire. E affidò tutto quello che non poteva alle proprie labbra.
-Avevi detto che non era una buona idea-, disse Brandon. In fondo, era speranzoso.
-Il fatto è che io voglio starti accanto. E questo per me è il modo più vero per esserlo-, replicò Dave.
Brandon sapeva che sarebbe stato difficile farlo spesso, ma in quel momento sorrise timidamente, come sempre.

[che finale del cazzo. lo so ò.ò]

 
 
Current Mood: a-MUSE-d *u*